Coperture pressostatiche

Pallone pressostatico - Semplice membrana

E' la soluzione per coprire spazi piccoli fino ad interi campi da calcio

La copertura pressostatica o come alcuni la chiamano "pallone" rappresenta una soluzione all'avanguardia, si possono installare dovunque sono conosciute ed apprezzate in tutta europa per la loro facilità di montaggio e di smontaggio, riescono a coprire spazi importanti con costi molto contenuti ripetto alle costruzioni tradizionali, con l'aggiunta di strati di membrane e l'intermezzo di cuscini d'aria si ottengono valori di KT molto bassi si va infatti dal 5,9 Wm2 per una singola membrana, ad 2,9 della doppia membrana semplice, a 2,2 Wm2 per una doppia membrana speciale, ad1,7Wm2 per una tripla membrana, fino ad avere per una Quadrupla membrana il Valore di 1,3Wm2.La soluzione di coprire un'attività sportiva con un pallone pressostatico è la soluzione più economica.

Possibili tipologie

  • pianta quadrata
  • pianta rettangolare
  • pianta circolare
  • pianta ovale
  • Forme irregolari

Documentazione

Ogni struttura pressostatica a richiesta viene corredata da relativa relazione di calcolo inerente l'ancoraggio e la verifica della membrana.

Costruzione

La membrana di copertura è confezionata tramite la saldatura dei teli precedentemente tagliati e opportunamente sagomati per ottenere la forma desiderata.

Il pallone pressostatico è costituito da una membrana fissata al suolo e sostenuta dalla sovrappressione creata dall’immissione dell’aria tramite il generatore ed il gruppo di emergenza.

Il pallone è dotato di doppia patella perimetrale a terra, asola perimetrale in telo Tipo 2 (Panama) con rinforzi circolari in prossimità degli angoli, soffietti speciali per porta ed uscita di sicurezza, sacche di mandata e ricircolo aria con rete in nailon antistrappo, rinforzi per attacco porta proiettori, cavo per il tensionamento dei soffietti.

Copertura

I tessuti utilizzati dovranno essere in fibra di poliestere ad alta tenacità, bispalmati con una mescola di PVC, trattati contro i funghi, le muffe, resistenti ai raggi U.V., le cui caratteristiche tecniche di resistenza alla trazione e allo strappo dovranno essere idonee e garantite per l’uso.

I teli impiegati per realizzare le  membrane di copertura sono impermeabili, con interposto un tessuto in poliestere ad alta tenacità di tipo 1 classificato B-s1-d0, ricoperto da ambo i lati con cloruro in polivinile (PVC)  e sono costituite da tessuto in poliestere, spalmato da ambo i lati, con PVC trattato ignifugo di tipo 1 classe B-s1, d0. 

Il pallone è dotato di doppia patella perimetrale a terra, asola perimetrale in Tipo 2 (Panama) con rinforzi circolari in prossimità degli angoli, soffietti speciali per porta ed uscita di sicurezza, sacche di mandata e ricircolo aria con rete in nailon antistrappo, rinforzi per attacco porta proiettori, cavo per il tensionamento dei soffietti.

Protezione

I teli impiegati sono tutti trattati contro i funghi, le muffe, e resistenti ai raggi U.V.

Assistenza

  • Montaggio e smontaggio della copertura
  • Interventi di riparazione in loco
  • Interventi di modifica degli ingressi
  • Interventi di modifica delle sacche
  • Interventi per sistemazione degli ancoraggi
  • Vista di un pallone pressostatico
  • Pallone pressostatico Tensint

Strutture correlate

Singola, doppia , tripla ed quadrupla membrana.